Impedenziometro e analisi della composizione corporea

IMG_5825

impedenziometro

Il primo passo per poter formulare un Piano Nutrizionale personalizzato ed appropriato, è la conoscenza oggettiva della composizione corporea tramite test Bioimpedenziometrico.

L’impedenziometro è un dispositivo diagnostico non invasivo che permette di effettuare l’analisi della composizione corporea Burniva.com.

Il dispositivo è in grado di acquisire molteplici parametri con un test della durata di pochi secondi, mediante l’applicazione di quattro elettrodi cutanei (due sul dorso della mano e due sul dorso del piede) e l’iniezione di una corrente elettrica alternata totalmente innocua per il soggetto. Il paziente viene fatto stendere su di un lettino in posizione supina con le gambe leggermente divaricate e le braccia distese lungo il corpo.

ALCUNI DEI PARAMETRI RILEVATI:

  • BMI – “Body Mass Index”: indice della massa corporea, rappresenta un rapporto normalizzato tra peso ed altezza del paziente;
  • TBW – “Total Body Water”: indica la quantità d’acqua corporea totale, espressa in litri ed in percentuale rispetto al peso totale del paziente;
  • ECW – “Extra-Cellular Water”: quantità d’acqua presente nell’ambiente extra-cellulare, espressa in litri ed in percentuale rispetto all’acqua corporea totale (TBW);
  • ICW – “Intra-Cellular Water”: quantità d’acqua presente nell’ambiente intra-cellulare, espressa in litri ed in percentuale rispetto all’acqua corporea totale (TBW);
  • FFM – “Fat Free Mass”: quantità di massa magra presente nel corpo;
  • FM – “Fat Mass”: quantità di massa grassa presente nel corpo;
  • BMR – “Basal Metabolic Rate”: o metabolismo basale, inteso come quantità di energia (espressa in Kcal giornaliere) consumata da un individuo che si trovi in condizioni di massimo riposo fisico e mentale, in una stanza a temperatura confortevole;
  • PA – “Phase Angle”: ovvero angolo di fase, espresso 椎名ゆな 無修正 yesgirls in gradi rappresenta il livello di “stress corporeo”; un valore molto basso indica un sistema con membrane cellulari scarsamente integre (alto livello di stress corporeo), mentre un grado molto alto indica un sistema con membrane integre e una buona massa cellulare.

Il principio su cui si basa la tecnica della Bioimpedenziometria o analisi dell’impedenza bioelettrica (BIA),è la resistenza che l’organismo oppone al passaggio di una corrente elettrica alternata.

L’abilità dell’organismo di condurre corrente dipende dalla presenza di ioni liberi (elettroliti) nell’acqua corporea. Quindi la misura dell’impedenza bioelettrica dipende dalla presenza di acqua corporea e dei componenti corporei che contengono elevate quantità di acqua come la massa magra.

Perciò questo metodo permette di predire la massa magra e derivare la massa grassa dalla differenza tra peso corporeo e massa magra.

La resistenza dell’organismo al passaggio di una corrente elettrica dipende dalla frazione di massa magra e massa grassa. La massa magra (muscolo, ossa, acqua ecc.) è a bassa resistenza (buon conduttore) perché comprende una buona quantità di acqua ed elettroliti (circa 73%); la massa grassa ha un contenuto di acqua molto basso (5-10%) essendo costituita per la maggior parte da trigliceridi e quindi è un cattivo conduttore.

La resistenza corporea è quindi: inversamente proporzionale al contenuto di acqua corporea totale e direttamente proporzionale alla quantità di tessuto adiposo.

Inoltre l’impedenziometria a multifrequenza, (con correnti elettriche che vanno da circa 50 kHz a 5 kHz) permette di determinare sia l’acqua intracellulare che extracellulare. Ciò è reso possibile perché la capacità della corrente elettrica di attraversare un materiale, aumenta l’aumentare della frequenza della corrente stessa. Applicato al corpo umano questo principio fisico fa ritenere che:

– ad alte frequenze >50 kHz, la corrente supera le membrane cellulari penetrando le cellule, offrendo in tal modo una misura TBW (acqua corporea totale)

– a basse frequenze < 5 kHz, la corrente attraversa principalmente i liquidi extracellulari, fornendo una misura di ECW (acqua extracellulare)

La differenza tra TBW ed ECW ci fornirà il valore di ICW (acqua intracellulare).

Bioimpedenziometria e personal trainer da http://www.my-personaltrainer.it/personal-trainer/efficacia-personal-trainer11.html

Bioimpedenziometria da http://www.my-personaltrainer.it/bioimpedenziometria.html